Ordinare senza rischi:

 Garanzia di rimborso di 14 giorni
 Spedizione entro 48 ore (giorni lavorativi)
 Pagamento sicuro

Domande frequenti (FAQ)

Consigli e conoscenze utili su compost, compostaggio e ambiente.

Tutto sulla compostiera per prato

Il compost contiene oltre 1 miliardo di organismi viventi/cm3 ed è igienizzato dal lavoro della natura: è quindi un fertilizzante prezioso che fornisce alle piante molte sostanze difensive (ad esempio la penicillina) contro malattie, infestazioni fungine e parassiti. Il SUPERCOMP fornisce le condizioni di vita ideali (aerazione completa, anche nel nucleo interno del cumulo) affinché gli organismi responsabili della trasformazione dei rifiuti organici si moltiplichino e producano rapidamente un compost di qualità ricco di sostanze nutritive.

Spargete il compost fresco in giardino sotto gli arbusti, gli alberi, sul prato, agganciandolo leggermente all'orto.

Il compost rimosso dalla camera di stoccaggio può essere conservato all'esterno, senza alterare il suolo e l'aria, fino al suo utilizzo in giardino. Oltre ad avere un effetto fertilizzante e a respingere i parassiti, il compost agisce anche come riserva d'acqua e ammendante del terreno.

La risposta è: sì, funziona. La compostiera non poggia più con tutto il suo peso sul terreno, ma è sostenuta da un dispositivo scorrevole e di supporto a circa 25 cm dal suolo. Ciò significa che il cumulo viene ventilato verticalmente e completamente dal basso verso l'alto nel nucleo interno del cumulo (effetto camino).

 

 

 

  • Come è stato stabilito in un'ampia serie di test dall' Istituto di Ricerca Joanneum, l'aerazione verticale di un SUPERCOMP consente dicompostare solo erba tagliata pura senza l'aggiunta e la miscelazione di altri materiali. Lo stesso vale per l'applicazione con le foglie.

  •  

Risposta semplice: no.

Grazie al dispositivo di supporto, SUPERCOMP crea un risultato di compost  privo di odori e senza il noioso lavoro di rivoltamento del cumulo per ossigenarlo. Se si vuole ottenere un risultato di compost ancora più rapido e nutriente, si consiglia di mescolare gli sfalci d'erba ad alto contenuto di azoto con rifiuti contenenti carbonio. In questo modo si migliora anche la qualità del compost ottenuto.

I proprietari di giardini esperti lo sanno bene: l'erba appena tagliata ammucchiata su una compostiera marcisce e ha un odore molto forte.

Perché? L'erba fresca e gli sfalci di prato sono ricchi di azoto. Gli sfalci del prato hanno inoltre una struttura densa e fine e sono molto umidi. In un mucchio appoggiato a terra (senza il dispositivo di sostegno), il mucchio di erba tagliata si compatta. SUPERCOMP-dispositivo di sostegno), il cumulo di erba tagliata si compatta e può mancare d'aria . Queste aree compattate sono il terreno ideale per lo sviluppo di nidi di marciume (l'eccesso di azoto intensifica ulteriormente questo fenomeno) e per gli odori sgradevoli che ne derivano.

Le compostiere convenzionali (di solito di fascia economica), prive di tecnologie speciali, non sono altro che cumuli di compost adagiati a terra in una copertura di plastica, che spesso lascia entrare ancora meno aria nel cumulo rispetto a quelle senza copertura. Con queste compostiere, l'erba tagliata deve essere stratificata con foglie e altri rifiuti secondo le istruzioni. Se volete evitare odori sgradevoli e aspettarvi risultati di compostaggio abbastanza rapidi, dovreste smontare e spostare queste compostiere regolarmente (si consiglia un intervallo di 14 giorni).

Se state pensando di acquistare una compostiera per soli sfalci da prato e erba tagliata fresca del prato, dovete assolutamente acquistarne una con la tecnologia appropriata.

Nota: le indagini condotte sugli impianti di compostaggio con il metodo convenzionale dell'andana hanno dimostrato che dopo 24 ore (!) dal processo di rivoltamento si verifica una nuova mancanza d'aria, poiché il materiale collassa di nuovo e ricomincia la compattazione.

A seconda del clima e dell'ubicazione, si può affermare che un contenitore di 350 litri SUPERCOMP 350 litri può trattare un'area verde di 300 - 500 m2 se riempito regolarmente.

Il SUPERCOMP è stato testato dal rinomato istituto dell'Università di Tecnologia di Graz, Joanneum Research (Austria), nel set-up di prova del "bidone reattore per erba tagliata" e valutato con il seguente risultato: Sulla base di un flusso totale di 910 litri per un periodo di 12 settimane e di un volume residuo di 160 litri, si ottiene una riduzione del volume di circa l'82%. La riduzione del volume non è stata costante, ma ha raggiunto un picco tra la 6a e l'8a settimana nelle condizioni di prova previste. Nel tempo, la riduzione media del volume è stata di circa il 35% a settimana. In relazione al peso del compost, si è ottenuta una riduzione di peso di circa 150 kg entro 12 settimane di compostaggio.

Il compostaggio degli sfalci d'erba in un SUPERCOMP di erba tagliata esclusivamente fresca porta a compost compatibili con le piante dopo un periodo di compostaggio di 12 settimane, una riduzione del volume dell'80% e una riduzione dei componenti organici del 64%.

In confronto, i cumuli di compost convenzionali marciscono per circa 12-24 mesi con spiacevoli effetti collaterali!

Tutto sulla compostiera rapida

  1. Una compostiera deve essere aerata al meglio. In caso contrario, il processo si blocca, richiede molto più tempo (fino a 24 mesi) e può sviluppare odori sgradevoli dovuti alla putrefazione. Il SUPERCOMP è ventilato completamente in verticale dal basso verso l'alto con l'aiuto del suo dispositivo di scorrimento e di sostegno (effetto camino).
  2. I cumuli di compost non devono essere spostati, poiché gli organismi del compost (soprattutto i vermi del compost) fuggono immediatamente se disturbati e il processo di compostaggio deve essere faticosamente riavviato. Con un SUPERCOMP elimina l'altrimenti necessario rivoltamento (= spostamento) e il processo di compostaggio si svolge indisturbato.
  3. L'ambiente per gli organismi viventi non deve essere né troppo umido né troppo secco.
    Una compostiera protegge il cumulo dal sole e dalla pioggia. In condizioni climatiche estreme, con caldo o pioggia costanti, è possibile ripristinare rapidamente le condizioni ideali aggiungendo materiali "legnosi"(se c'è troppa umidità) o "annaffiando"(se è secco). Ma non preoccupatevi: questo accade molto raramente. Finché si SUPERCOMP con materiali freschi e umidi, non c'è da aspettarsi alcun problema.

In sintesi: una SUPERCOMP con il suo dispositivo di scorrimento e di sostegno brevettato offre le condizioni di vita ideali per gli organismi del compost (1 miliardo di organismi per cm3). Ciò consente loro di lavorare a velocità turbo, di moltiplicarsi in modo ideale e di ottenere rapidamente un compost di qualità ricco di sostanze nutritive.

A SUPERCOMP La compostiera di legno è realizzata con legno di pino domestico di classe di durabilità 1-2 (qualità di legno tropicale). Grazie a un processo termico completamente organico, il legno viene riscaldato in modo controllato per eliminare le sostanze di cui possono vivere i microrganismi che distruggono il legno (funghi) (dove non c'è cibo, non ci sono funghi).

Il legno è protetto all'interno da lastre alveolari in PP. Il polipropilene è considerato la plastica più ecologica ed è completamente riciclabile. L'intelligente sistema a camera cava consente di risparmiare preziose materie prime rispetto alla plastica solida.

Le proprietà positive di Thermowood:

- Maggiore durata (contro l'attacco di funghi e agenti atmosferici), anche all'interno del legno
- Riduzione del rigonfiamento e del ritiro
- Aumento della stabilità dimensionale
- Riduzione delle tensioni interne del legno
- Riduzione del contenuto di umidità del legno, cioè a parità di temperatura ambiente.In altre parole, a parità di clima ambientale, il contenuto di umidità di Thermowood è inferiore fino al 70% rispetto a quello del legno non trattato
- È possibile creare nuove tonalità di colore, dal marrone caldo al nero del rovere affumicato
- Tutti i cambiamenti di colore sono coerenti e omogenei in tutta la sezione trasversale
- Migliori proprietà di isolamento termico rispetto al legno non trattato

Ciò è possibile grazie a un sufficiente apporto di aria per gli organismi del compost che amano l'aria ("aerobici") e che sono responsabili del processo di compostaggio. I cumuli di compost convenzionali sono spesso scarsamente aerati rispetto alle compostiere di SUPERCOMP I cumuli di compost sono spesso scarsamente aerati all'interno (nucleo del cumulo), il che significa che gli organismi del compost amanti dell'aria "lavorano" in condizioni di notevole mancanza d'aria. Il risultato è un processo di compostaggio lento (fino a 24 mesi), spesso accompagnato da odori sgradevoli dovuti alla putrefazione.

Grazie al suo dispositivo di scorrimento e di sostegno brevettato, il nucleo interno del cumulo viene SUPERCOMP Il nucleo interno del cumulo è inoltre completamente aerato dal basso verso l'alto (effetto camino), poiché il cumulo non poggia più con tutto il suo peso sul terreno. Non c'è compattazione come nei cumuli di compost o nelle compostiere senza tecnologia, dove il compost poggia a terra con tutto il suo peso e lascia passare solo l'aria insufficiente.

L'aerazione continua è il fattore principale del processo di compostaggio, perché se la compostiera è ben aerata, gli organismi del compost lavorano molto più velocemente. Gli odori sgradevoli vengono eliminati ed è possibile utilizzare il SUPERCOMP processo una quantità considerevole di rifiuti nella stessa quantità di tempo.

 

SUPERCOMP Anche le compostiere non devono essere spostate. Perché? Il cumulo non poggia sul terreno con tutto il suo peso e si può rimuovere facilmente e comodamente il materiale dalla camera di raccolta con una pala. Con il compostaggio tradizionale, come con le compostiere senza tecnologia, è necessario spostare regolarmente il cumulo per l'aerazione (= spalare, almeno ogni 14 giorni, più spesso è, migliore e più veloce è il raccolto). In secondo luogo, è difficile rimuovere il materiale di compostaggio finito da sotto un cumulo che pesa circa 100 kg a terra. Per farlo, occorre smontare la compostiera, spostare il cumulo e reinstallarlo a strati. In terzo luogo, il lavoro di spostamento del cumulo viene spesso evitato nella pratica, poiché è molto laborioso e provoca forti odori molesti.

  1. Una compostiera deve essere aerata al meglio. In caso contrario, il processo si blocca, richiede molto più tempo (fino a 24 mesi) e può sviluppare odori sgradevoli dovuti alla putrefazione. Il SUPERCOMP è ventilato completamente in verticale dal basso verso l'alto con l'aiuto del suo dispositivo di scorrimento e di sostegno (effetto camino).
  2. I cumuli di compost non devono essere spostati, poiché gli organismi del compost (soprattutto i vermi del compost) fuggono immediatamente se disturbati e il processo di compostaggio deve essere faticosamente riavviato. Con un SUPERCOMP elimina l'altrimenti necessario rivoltamento (= spostamento) e il processo di compostaggio si svolge indisturbato.

  3. L'ambiente per gli organismi viventi non deve essere né troppo umido né troppo secco. Una compostiera protegge il cumulo dal sole e dalla pioggia. In condizioni climatiche estreme, con caldo o pioggia costanti, è possibile ripristinare rapidamente le condizioni ideali aggiungendo materiali "legnosi"(se c'è troppa umidità) o "annaffiando"(se è secco). Ma non preoccupatevi: questo accade molto raramente. Finché si SUPERCOMP con materiali freschi e umidi, non c'è da aspettarsi alcun problema.

In sintesi: una SUPERCOMP con il suo dispositivo di scorrimento e di sostegno brevettato offre le condizioni di vita ideali per gli organismi del compost (1 miliardo di organismi per cm3). Ciò consente loro di lavorare a velocità turbo, di moltiplicarsi in modo ideale e di ottenere rapidamente un compost di qualità ricco di sostanze nutritive.

Tutto ciò che riguarda il SUPERCOMP

A SUPERCOMP La compostiera di legno è realizzata con legno di pino domestico di classe di durabilità 1-2 (qualità di legno tropicale). Grazie a un processo termico completamente organico, il legno viene riscaldato in modo controllato per eliminare le sostanze di cui possono vivere i microrganismi che distruggono il legno (funghi) (dove non c'è cibo, non ci sono funghi).

Il legno è protetto all'interno da lastre alveolari in PP. Il polipropilene è considerato la plastica più ecologica ed è completamente riciclabile. L'intelligente sistema a camera cava consente di risparmiare preziose materie prime rispetto alla plastica solida.

Le proprietà positive di Thermowood:

- Maggiore durata (contro l'attacco di funghi e agenti atmosferici), anche all'interno del legno
- Riduzione del rigonfiamento e del ritiro
- Aumento della stabilità dimensionale
- Riduzione delle tensioni interne del legno
- Riduzione del contenuto di umidità del legno, cioè a parità di temperatura ambiente.In altre parole, a parità di clima ambientale, il contenuto di umidità di Thermowood è inferiore fino al 70% rispetto a quello del legno non trattato
- È possibile creare nuove tonalità di colore, dal marrone caldo al nero del rovere affumicato
- Tutti i cambiamenti di colore sono coerenti e omogenei in tutta la sezione trasversale
- Migliori proprietà di isolamento termico rispetto al legno non trattato

Il SUPERCOMP è prodotto con un processo speciale a partire da plastica riciclata per uso alimentare (polipropilene) con l'aggiunta di calce per rafforzarla ulteriormente. Tuttavia, viene mantenuto un certo grado di elasticità, che bilancia le forze che agiscono su di essa ed è ancora più resistente al rischio di rottura della plastica in condizioni climatiche estreme (la plastica dura si rompe rapidamente in caso di calore estremo). I "montanti" laterali sono rinforzati e le lamelle continue forniscono ulteriori rinforzi per la massima stabilità. Quando la compostiera è riempita, il SUPERCOMP è solido come una roccia, in modo che nemmeno il vento forte possa danneggiarlo. Il polipropilene è considerato il materiale plastico più ecologico ed è completamente riciclabile.

Il piano d'appoggio è realizzata in polipropilene resistente agli agenti atmosferici (1.500 g/m2) e ha uno spessore di 8 mm.

Il piano d'appoggio protegge il terreno dalla contaminazione e facilita la rimozione del compost finito grazie alla sua superficie liscia. Se si posiziona la compostiera su superfici pavimentate come terrazze o cemento, il piano d'appoggio è assolutamente consigliato. Se la compostiera viene posizionata in giardino, o sul prato, è possibile utilizzare mattoni o altri elementi duri che vi sostengono SUPERCOMP. Assicuratevi che la compostiera sia posizionata orizzontalmente (livellate l'area prima dell'installazione).

I rifiuti organici sono una preziosa materia prima per produrre il proprio fertilizzante. Tutti conoscono i prezzi del terriccio compostato nei centri di giardinaggio. Inoltre, aiutate il servizio pubblico di raccolta dei rifiuti a risparmiare costi considerevoli, fino a 200 euro all'anno per abitazione familiare, poiché i vostri rifiuti organici non devono più essere raccolti. Chiedete al vostro comune o all'amministrazione comunale se potete annullare la raccolta dei rifiuti organici. In alcuni casi, le autorità locali rimborseranno i costi o vi daranno un bonus. Contribuirete inoltre alla protezione del clima e alla riduzione del particolato, in quanto sgraverete l'ambiente dal trasporto dei camion. In generale, le famiglie, le autorità locali e l'ambiente traggono vantaggio dal compostaggio domestico.

Le immagini mostrano un'installazione sperimentale presso l'Istituto di Ingegneria di Processo dell'Università di Tecnologia di Graz. Ai 300 litri di arance pure, in un ambiente di laboratorio sterile, sono stati aggiunti calce, farina di pietra e substrato di impianto di depurazione, in ragione di una sola parte per mille, e dopo 8 mesi il compito, certamente difficile, di convertire solo le arance in compost è stato portato a termine - si vedano le immagini 1-3.

In una serie di test condotti presso l'Istituto di Ingegneria di Processo dell'Università di Tecnologia di Graz, solo le arance sono state compostate in una SUPERCOMP sono state compostate solo arance. Questo test può essere considerato così difficile perché le arance impiegano molto più tempo a decomporsi rispetto ad altri rifiuti e, a causa del loro elevato contenuto di azoto, devono essere mescolate il più possibile con altri rifiuti organici per diventare compost. Quanto più puri sono i rifiuti, tanto più difficile è il loro compostaggio. Ad esempio, i tentativi di compostare le arance in eccesso in Sicilia (Italia) utilizzando il compostaggio in andana hanno avuto successo solo quando sono stati mescolati 2/3 di altri rifiuti organici.

Le immagini mostrano l'impianto di prova presso l'Istituto di Ingegneria di Processo dell'Università di Tecnologia di Graz. Ai 300 litri di arance pure, in un ambiente di laboratorio sterile, sono stati aggiunti calce, farina di roccia e substrato di depurazione, solo nella misura del mille. Dopo 8 mesi, il compito certamente difficile di convertire solo arance in compost è stato completato.

 

Poiché il SUPERCOMP è in gran parte privo di odori sgradevoli, non avrete problemi con i vostri vicini. Se invece i cattivi odori si manifestano, allora c'è qualcosa che non va nel processo di compostaggio e che può essere corretto in modo semplice e veloce. In questo caso, possiamo aiutarvi qui.

Vi mostriamo una foto. Questa compostiera si trova in un cortile del centro città (6 case con circa 130 residenti) dal 2008. Un vicino ha cercato di far vietare la compostiera dalle autorità, ma questa è stata respinta dalle autorità dopo le ispezioni in loco a causa della mancanza di prove di disturbo degli odori. Se si vuole fare il compostaggio solo dei propri rifiuti e si gestisce la compostiera da soli SUPERCOMP Se si vuole solo compostare i propri rifiuti e si utilizza la compostiera da soli, il compostaggio nelle aree residenziali con lotti non è un problema.

Se un nucleo abitativo vuole fare il compostaggio comunitario, raccomandiamo in ogni caso di nominare una persona responsabile che svolga regolarmente le seguenti attività:

  • Verificare l'assenza di contaminazione dei rifiuti
  • Controllo del livello di umidità e del processo di compostaggio
  • Rimozione del compost finito

 

L'esperienza ha dimostrato che il compostaggio in quartieri residenziali con residenti "anonimi" porta a problemi, poiché molte persone purtroppo non hanno la consapevolezza necessaria per il compostaggio.

L'Istituto di Ricerca Joanneum dell'Università di Tecnologia di Graz (Austria) ha condotto studi empirici sull'idoneità pratica e sull'efficienza dei singoli sistemi di compostaggio SUPERCOMP per 12 settimane e ha emesso il seguente TESTAT:

 

RICERCA TESTAT JOANNEUM, GRAZ - AUSTRIA

JOANNEUM RESEARCH ha condotto studi empirici per 12 settimane sull'idoneità pratica e l'efficienza dei singoli sistemi di compostaggio. SUPERCOMP sono stati effettuati.

I principali componenti innovativi del sistema sono le superfici di scorrimento, che agiscono come ali di scorrimento per rallentare il flusso di materiale nel movimento verso il basso e garantire così un processo di compostaggio continuo con un'aerazione verticale ottimizzata. La base fisica è costituita dalle diverse forze di attrito tra il compost maturo e il materiale in decomposizione immaturo, che portano alla formazione di linee di sostegno per la stabilità del materiale in decomposizione e consentono quindi un controllo continuo del processo. Le superfici selezionate e gli angoli di inclinazione delle lame di scorrimento portano alla formazione di linee di sostegno nel materiale in decomposizione entro le prime 6 settimane.

Sono stati analizzati contenitori con diverse composizioni di materiali e un volume di riempimento di 300 litri (contenitori di legno) e 350 litri (contenitori di plastica). L'obiettivo era raccogliere dati sul bilancio dei nutrienti, sulla stabilità operativa e funzionale e sulla qualità del compost maturo prodotto durante il funzionamento pratico. L'alimentazione è stata effettuata in modo continuo a) con rifiuti organici e b) con erba fresca tagliata.

 

Contenitore a reattore per gli sfalci d'erba e contenitore a reattore per i rifiuti organici

Sulla base di un flusso totale di 910 litri per un periodo di 12 settimane e di un volume residuo di 160 litri, si ottiene una riduzione del volume di circa l'82%. La riduzione del volume non è stata costante, ma ha raggiunto un picco tra la 6a e l'8a settimana nelle condizioni di prova previste. Nel tempo, la riduzione media del volume è stata di circa il 35% a settimana. In relazione al peso del compost, si è ottenuta una riduzione di peso di circa 150 kg entro 12 settimane di compostaggio.

 

Sintesi

Il compostaggio dei rifiuti organici utilizzando SUPERCOMP con entrambe le modalità di prova - da erba tagliata esclusivamente fresca e la seconda modalità di prova con rifiuti organici provenienti da scarti di cucina - porta a compost compatibili con le piante dopo un periodo di compostaggio di 12 settimane, una riduzione di volume dell'80% con una riduzione dei componenti organici del 64%. 

Nota a nostro nome per quanto riguarda il compostaggio del prato

La riduzione di volume è ancora maggiore per gli sfalci di prato sfusi: in pratica circa il 50% nella prima settimana, poiché il materiale non solo si restringe per effetto del processo di compostaggio, ma si compatta anche sotto il suo stesso peso dopo essere stato messo nella compostiera.

Sì, abbiamo molti clienti in aree densamente popolate che utilizzano il sistema SUPERCOMPin terrazza senza alcun problema. Se volete che sia completamente pulito, vi consigliamo di acquistare una vaschetta di raccolta (negozio di bricolage), poiché di tanto in tanto può fuoriuscire del percolato. È sufficiente posizionare la compostiera nella vaschetta. Se è piena d'acqua, lasciate i liquidi fuori dalla vaschetta.

In ogni caso, è necessario ordinare anche la piastra di base (solo per la compostiera in plastica, questa è inclusa con la compostiera in legno) e la SUPERCOMP dopo l'installazione.

Tutto sulla compostiera termica

  1. I vermi del compost lavorano in modo più efficace a una temperatura di 15°-25° e SOLO con un sufficiente apporto di aria (!). Se fa troppo caldo (come nel caso della marcescenza a caldo, ad esempio con l'erba fresca tagliata), i vermi del compost si ritirano in zone più fresche. Dopo alcuni giorni di marcescenza a caldo, gli aiutanti ritornano e lavorano il materiale fresco alla velocità della luce. I vermi del compost amano il materiale organico appena marcito e rimangono invisibili all'uomo da circa 20 metri. SUPERCOMP invisibili all'uomo a partire da circa 20 cm di profondità.
  2. Svernano in bozzoli, dai quali i cuccioli si schiudono di nuovo in primavera. Se volete fare il compostaggio anche in inverno per avere un "funzionamento normale", è consigliabile posizionare il composter presso un garage, un capannone o un luogo vicino alla parete sud di una casa. Tuttavia, il funzionamento invernale all'aperto è certamente limitato, però sempreè possibile introdurre i rifiuti. In genere, in inverno si producono meno rifiuti rispetto ai mesi più caldi.
  3. Una compostiera deve essere aerata al meglio. In caso contrario, il processo si blocca, richiede molto più tempo (fino a 24 mesi) e può sviluppare odori sgradevoli dovuti alla putrefazione. Il SUPERCOMP è ventilato completamente in verticale dal basso verso l'alto con l'aiuto del suo dispositivo di scorrimento e di sostegno (effetto camino).
  4. I cumuli di compost non devono essere spostati, poiché gli organismi del compost (soprattutto i vermi del compost) fuggono immediatamente se disturbati e il processo di compostaggio deve essere faticosamente riavviato. Con un SUPERCOMP elimina l'altrimenti necessario rivoltamento (= spostamento) e il processo di compostaggio si svolge indisturbato.
  5. L'ambiente per gli organismi viventi non deve essere né troppo umido né troppo secco. Una compostiera protegge il cumulo dal sole e dalla pioggia. In condizioni climatiche estreme, con caldo o pioggia costanti, è possibile ripristinare rapidamente le condizioni ideali aggiungendo materiali "legnosi"(se c'è troppa umidità) o "annaffiando"(se è secco). Ma non preoccupatevi: questo accade molto raramente. Finché si SUPERCOMP con materiali freschi e umidi, non c'è da aspettarsi alcun problema.

In sintesi: A SUPERCOMP con il suo dispositivo di scorrimento e supporto, offre le condizioni di vita ideali per gli organismi del compost (1 miliardo di organismi per cm3). Ciò consente loro di lavorare a velocità turbo, di moltiplicarsi in modo ideale e di ottenere rapidamente un compost di qualità ricco di sostanze nutritive.

Nel metodo convenzionale, il processo di compostaggio richiede almeno 12-24 mesi. È qui che il termocomposter agisce come un turbo, perché con un termocomposter si può raccogliere il primo compost grezzo dopo appena 6-8 settimane. SUPERCOMP è possibile raccogliere il primo compost grezzo dopo appena 6-8 settimane.

La ventilazione con sufficiente ossigeno - anche nel nucleo interno del pelo - è il fattore decisivo per uno sviluppo ottimale del calore.

Grazie al suo dispositivo di supporto,  SUPERCOMP è completamente ventilato verticalmente dal basso verso l'alto (effetto camino). Solo così è possibile raggiungere queste temperature all'interno. L'effetto è dovuto ai batteri del compost che, a condizione che ricevano aria sufficiente, generano calore. A seconda del materiale di riempimento, un SUPERCOMP può riscaldarsi fino a 80° dopo pochi giorni se, ad esempio, si aggiungono 200 litri o più di erba fresca tagliata.

 

Se il compost è troppo secco, il processo di compostaggio non parte bene o il processo di decomposizione si arresta sempre più. Gli organismi del compost amano l'umidità e il compostaggio non è possibile senza di essa. Il compost troppo secco si riconosce da una struttura fessurata e friabile o dalla presenza di formiche. La condizione ottimale del compost è quella di una spugna strizzata. Per questo motivo, dovreste anche evitare le aree di compostaggio che si trovano alla luce diretta del sole (se volete, piantate un arbusto in quell'area).

Se il compost è troppo secco, è sufficiente "annaffiarlo" e aggiungere un po' di farina di roccia. In questo modo si "oliano" gli elementi di scorrimento e si aumenta la velocità di scorrimento. Nuovi rifiuti, come erba fresca e scarti di cucina umidi, faranno ripartire il processo. Si può anche aggiungere un po' di compost dalla camera di raccolta: contiene i microrganismi importanti per il processo di compostaggio e lo fa ripartire più rapidamente.

Tutto sulla compostiera per vermi

Il compost grezzo viene prodotto dopo la prima fase di compostaggio, la "rottura" delle cellule del materiale biogenico, composto per l'80-90% da acqua, e la formazione di preziosi acidi umici di colore scuro.

Questo spiega anche la perdita di volume del materiale biogenico nel compost grezzo di oltre il 60% (nel compost maturo la riduzione di volume arriva all'80%).

Il compost grezzo può quindi essere facilmente immagazzinato e mineralizzato fino a diventare compost maturo oppure - opzione 2 - servire alle piante come alimento, deposito di sostanze nutritive e "pacchetto vitale", con innumerevoli batteri utili, funghi, milioni di organismi viventi, che rafforzano e proteggono la biogenesi radicale della pianta costituita da milioni di funghi e batteri (ad esempio tramite la penicillina formata) e quindi favoriscono anche l'assorbimento dei nutrienti dal terreno.

Nell'area di transizione tra le radici delle piante e il suolo avvengono migliaia di processi che non vediamo e che non sono nemmeno menzionati quando compriamo i fertilizzanti, ad esempio, il che è un altro vantaggio poco conosciuto del compostaggio domestico.

Il compost grezzo non è così "bello" da vedere come il compost maturo mineralizzato, ma è molto prezioso.

A proposito: il compost disponibile in commercio viene igienizzato mediante riscaldamento, ovvero tutte le forme di vita descritte nel nostro pacchetto vitale vengono uccise.

I vermi del compost (Eisenia fetida, Tennessee Wiggler, Red Californian...) sono preziosi aiutanti nel processo di compostaggio e accelerano la decomposizione dei rifiuti. Il compost prodotto dai vermi nel processo di compostaggio contiene molte più sostanze nutritive rispetto a quello prodotto dai soli batteri.

I lombrichi si trovano in ogni cumulo di compost. Il lombrico rosso, noto anche come verme del compost (Eisenia fetida), può mangiare ogni giorno una volta e mezza il proprio peso. In buone condizioni, con un sufficiente apporto di umidità e cibo, si moltiplica rapidamente. Grazie alla sua attività, il lombrico assicura che il materiale del compost abbia una struttura friabile, consentendo una migliore distribuzione dell'ossigeno nel compost.

I vermi del compost amano il materiale biologico appena decomposto e vivono nel cumulo di compost SUPERCOMP invisibili all'uomo da circa 20 cm sotto la superficie. Svernano in bozzoli da cui si schiudono giovani vermi in primavera a partire da 6°.

Il compost contiene oltre 1 miliardo di organismi viventi/cm3 ed è igienizzato dal lavoro della natura: è quindi un fertilizzante prezioso che fornisce alle piante molte sostanze difensive (ad esempio la penicillina) contro malattie, infestazioni fungine e parassiti. Il SUPERCOMP fornisce le condizioni di vita ideali (aerazione completa, anche nel nucleo interno del cumulo) affinché gli organismi del compost responsabili della trasformazione dei rifiuti organici si moltiplichino e producano rapidamente un compost di qualità ricco di sostanze nutritive. 1 kg di vermi compostatori costa in negozio più della migliore carne del vostro macellaio e produce un costoso humus di vermi.

 

Sapevate che .....

  • I lombrichi possono vivere da tre a dieci anni!
  • I piccoli si schiudono dopo 21 giorni (a seconda delle condizioni meteorologiche)!
  • Il lombrico è sessualmente maturo dopo 60-90 giorni!
  • Le feci dei lombrichi contengono enzimi che uccidono gli agenti patogeni e contribuiscono così alla salute del suolo!
  • Sotto un campo da calcio vivono fino a un milione di lombrichi!
  • Le feci dei lombrichi contengono 5 volte più azoto, 7 volte più fosforo e 11 volte più potassio rispetto al terreno circostante!
  • Le feci dei lombrichi sono a pH neutro e quindi contrastano l'acidificazione del suolo!

Abbiamo avviato una collaborazione con www.wurmwelten.de, che offre ai nostri clienti uno sconto del 5%. Per i nostri clienti italieni si consiglia di consultare in Italia nei shop specializzati online. Più vermi si usano, meglio è, ma 100-300 sono sufficienti per l'inoculazione iniziale.

SUPERCOMP Se si installa la compostiera in giardino, non è necessario "inocularla" , poiché gli organismi del compost si "trasferiranno" da soli nella compostiera entro pochi giorni attraverso le piccole aperture e nell'area dello sportello di rimozione.

Su terreni solidi (asfalto, cemento) consigliamo vivamente un inoculo iniziale con 300-500 vermi compostatori. Se alimentate regolarmente la vostra compostiera con rifiuti freschi, la popolazione si moltiplicherà molto rapidamente e la vostra compostiera diventerà una vera e propria compostiera per vermi. SUPERCOMP diventa una vera e propria compostiera per vermi.

In pratica, più vermi compostano, più veloce è il processo di decomposizione. Se avete già una compostiera, prendete i vermi a basso costo per la prima inoculazione. Potete anche "raccogliere" i vermi in natura. Si trovano volentieri sotto le foglie, nella foresta o nei rifiuti freschi.

Naturalmente, è possibile acquistare i vermi del compost anche nei negozi specializzati o online.

Gli organismi del compost responsabili di un processo di compostaggio rapido funzionano a pieno regime solo se hanno a disposizione

  • cibo fresco in corso (spreco)
  • e aria sufficiente
  • in un ambiente assolutamente tranquillo

essere forniti.

 

Le creature del compost hanno bisogno di molto riposo. I vermi del compost fuggono immediatamente quando vengono disturbati. Nel SUPERCOMP non viene spostato nulla, perché il cumulo non ha bisogno di essere spostato . Anche i regolatori del compost non hanno più bisogno di essere spostati dopo la prima regolazione.

L'aerazione continua e completa di un SUPERCOMP Grazie al suo sistema di supporto brevettato, i vermi del compost e tutti gli altri organismi del compost vengono riforniti di ossigeno a sufficienza, anche nel nucleo interno del cumulo, in modo da potervi rimanere felicemente e svolgere il proprio lavoro. I vermi del compost evitano le zone in cui manca l'aria e svolgono il loro lavoro molto lentamente.

Le compostiere convenzionali (di solito del segmento economico), prive di tecnologie speciali, non sono altro che cumuli di compost adagiati a terra in una copertura di plastica, che spesso lascia entrare nel cumulo ancora meno aria di quella che entra senza copertura. Il pesante cumulo di compost appoggiato sul terreno viene inoltre compattato dal suo stesso peso, per cui l'aerazione è insufficiente. Per ulteriori informazioni sui problemi associati al compostaggio convenzionale, consultare il sito.

SUPERCOMP A fornisce le condizioni di vita ideali per la moltiplicazione dei vermi. I rifiuti vengono decomposti a velocità turbo.

Il compostaggio in generale

Spesso è vero. Il motivo è che i cumuli di compost convenzionali sono spesso creati in modo errato e non sono sufficientemente spostati e risistemati durante il funzionamento. Questo lavoro noioso e "puzzolente" viene spesso omesso. L'aerazione non è assicurata o lo è solo in misura insufficiente, con la conseguenza che si formano sacche di marciume che diffondono un odore sgradevole. Inoltre, il processo di compostaggio si arresta e si allunga notevolmente.

Odori sgradevoli dovuti alla mancanza di aria

Molti dei nostri clienti erano insoddisfatti anche delle loro precedenti compostiere, dove si verificavano gli stessi problemi. Ciò è dovuto al fatto che, soprattutto le compostiere economiche, di solito sono solo cumuli di compost "avvolti" nella plastica, senza alcun impianto tecnico interno. Questo comporta anche una mancanza d'aria con gli stessi problemi. Ecco perché i produttori di queste compostiere di solito consigliano di girarle come si farebbe con una classica compostiera. A tal fine, è necessario smontare la compostiera, spalare il cumulo di compost e reinserirlo nella compostiera riassemblata. Questa operazione va eseguita regolarmente (almeno ogni 14 giorni) per mantenere il processo di compostaggio.

Nota: gli studi sui sistemi di compostaggio con andane convenzionali hanno dimostrato che, appena 24 ore dopo il processo di rivoltamento, si verifica una nuova mancanza d'aria.

Nessun odori sgradevole

A SUPERCOMP elimina questi problemi di maleodori - grazie al dispositivo di supporto, la compostiera viene completamente aerata verticalmente anche nel nucleo (effetto camino) e non si producono odori sgradevoli. Il processo di compostaggio è quindi estremamente accelerato, consentendo di riempire fino a tre volte la quantità di rifiuti. Non è necessario un noioso rivoltamento, poiché nell'area del dispositivo si forma uno strato di base che mantiene il cumulo sciolto in modo da poter rimuovere facilmente il compost finito dalla camera di raccolta. Se il cumulo è troppo compattato, come nel caso del compostaggio tradizionale, è difficile rimuovere il materiale finito da sotto un cumulo che pesa fino a 100 kg.

Sì, fare il compostaggio da soli significa evitare i rifiuti, non contribuire alla produzione di C02 trasportando i rifiuti, non partecipare alla produzione di microplastiche, risparmiare le tasse sui rifiuti organici e produrre il proprio fertilizzante.

Il compostaggio è...

 Evitare i rifiuti
I rifiuti organici non finiscono nella spazzatura residua né devono essere smaltiti separatamente nel bidone dei rifiuti organici.

Proteggere l'ambiente
Nessun contributo alla produzione di CO2 grazie alla raccolta e al trattamento dei rifiuti organici presso l'impianto.

Nessuna partecipazione alla produzione di microplastiche
I contaminanti appiccicosi nei cassonetti dei rifiuti organici (plastica, rifiuti residui) possono essere selezionati solo parzialmente e possono essere trovati triturati nel compost del bidone dei rifiuti organici.

Produzione di fertilizzante vivo invece che di compost biologicamente morto: il compost contiene oltre 1 miliardo di organismi viventi/cm3 ed è igienizzato dal lavoro della natura, rendendolo un prezioso fertilizzante che fornisce alle vostre piante molte sostanze difensive (ad esempio la penicillina) contro malattie, infestazioni fungine e parassiti.

Risparmiare sulla tassa per i rifiuti organici
Annullate la registrazione del vostro bidone per i rifiuti organici presso il comune e risparmiate sulla tassa annuale per i rifiuti organici. Alcuni comuni non concedono sconti sulla tassa. 

Il SUPERCOMP fornisce le condizioni di vita ideali (aerazione completa, anche nel nucleo interno del cumulo) affinché gli organismi responsabili della trasformazione dei rifiuti organici si moltiplichino e producano rapidamente un compost ricco di sostanze nutritive e di alta qualità.

Il compost contiene oltre 1 miliardo di organismi viventi/cm3 ed è igienizzato dal lavoro della natura: è quindi un fertilizzante prezioso che fornisce alle piante molte sostanze difensive (ad esempio la penicillina) contro malattie, infestazioni fungine e parassiti. Il SUPERCOMP fornisce le condizioni di vita ideali (aerazione completa, anche nel nucleo interno del cumulo) affinché gli organismi responsabili della trasformazione dei rifiuti organici si moltiplichino e producano rapidamente un compost di qualità ricco di sostanze nutritive.

Nel SUPERCOMP non vedrete mai questi aiutanti perché non dovete spostare il cumulo. Solo se, per esempio, mettete un secchio di compost nel vostro SUPERCOMP vedrete brevemente i preziosi animaletti, che si nasconderanno subito al riparo dalla luce e da quel momento in poi lavoreranno in modo invisibile ma, si spera, non poco apprezzato al vostro servizio!

Si può anche usare un SUPERCOMP Naturalmente, si possono compostare anche "solo" gli scarti di cucina. Tuttavia, questi hanno un alto contenuto di azoto, che deve essere bilanciato con il carbonio, ovvero materiali "legnosi" come tagli di alberi, arbusti e siepi, foglie, cortecce, paglia, fieno, trucioli di legno, segatura, tovaglioli o piccoli sacchi.

In particolare, i preziosi vermi del compost amano l'aggiunta di rifiuti cartacei. 1 kg di vermi compostatori costa più della migliore carne del vostro macellaio e produce un costoso humus di vermi.

Secondo le statistiche sui rifiuti, per ogni famiglia si producono al massimo 600 litri di rifiuti di cucina all'anno.SUPERCOMPtratta più di 3 volte questa quantità all'anno. Capacità sufficiente anche per i rifiuti del giardino!

Quando si acquista una compostiera, è necessario considerare le prestazioni (simili a quelle di un'automobile, per esempio). Questo determina se posso cavarmela con una sola compostiera o se potrei aver bisogno di una seconda o terza.

I rifiuti si riducono di circa l'80% in 6 settimane. SUPERCOMP si riducono di circa l'80% in 6 settimane, è possibile trattare una quantità di rifiuti fino a 3 volte superiore rispetto alle compostiere tradizionali, in cui il cumulo di compost poggia sul terreno con tutto il suo peso. Naturalmente, questo aumenta anche i costi di acquisto e la manodopera associata.

Risparmiare nel posto sbagliato spesso porta alla frustrazione, come apprendiamo dalle e-mail dei nuovi clienti che cercano finalmente una compostiera che funzioni "davvero".

Il compost non è solo il miglior additivo per tutti i terreni, ma anche il più economico, poiché è prodotto con gli scarti della cucina e del giardino.

Un orto medio di 500 m2 raccoglie circa 0,5 m3 di compost all'anno. In un giardino domestico, la quantità è maggiore, pari a 1 m3 se si includono i tagli di siepe e gli scarti di cucina. 1.000 kg di compost (circa 600 litri) equivalgono a 60 vasche. In confronto, 1 sacco di terriccio organico per semina (sacco da 15 kg) costa circa 6,30 euro in un garden center (fonte: prezzo indicativo della catena internazionale di garden center). Il risparmio derivante dalla produzione domestica può ammontare a diversi 100 euro all'anno. 

Il compostaggio domestico è quindi conveniente e l'acquisto di una compostiera si ripaga molto rapidamente.

A seconda del tipo di rifiuti: Più la loro consistenza è fine e morbida, più velocemente si trasformano in compost. I rifiuti ossei o i rami spessi richiedono più tempo, ma possono essere compostati. È possibile estrarre il primo compost grezzo dopo appena 6-8 settimane. Con il tempo, il compost diventerà sempre più fine.

In pratica, il fertilizzante viene rimosso quando è necessario, o quando è pieno. SUPERCOMP è pieno - viene rimosso. Se il compost non vi serve subito, potete conservarlo in giardino senza problemi. Solo grazie alla completa aerazione del SUPERCOMP Questo è possibile anche nel nucleo del cumulo.

Compost fresco in 2-3 mesi

Adatto per la concimazione di prati, superfici del terreno e radici.

Compost fresco in 5-6 mesi

può essere utilizzato nell'orto o nel giardino immediatamente prima della semina/trapianto.

Compost maturo in 10-12 mesi

possono essere portati a diretto contatto con semi e radici.

No. In un SUPERCOMP un ecosistema separato (biocenosi) con numerosi organismi del compost, responsabili del processo di compostaggio, si forma in breve tempo dopo la messa in funzione. Per accelerare ulteriormente la biocenosi, è possibile "inoculare" la SUPERCOMPconvermi del compost.

Per mantenere l'equilibrio ottimale, è necessario controllare di tanto in tanto il livello di umidità all'interno. Le condizioni ottimali del compost sono quelle di una spugna strizzata. Un compost troppo secco si riconosce da una struttura friabile e screpolata o dalla presenza di formiche. In questo caso, "innaffiate" con un po' d'acqua e aggiungete un po' di farina di roccia.

Tuttavia, se il compost è troppo umido, l'aerazione e quindi il processo di compostaggio saranno interrotti. Aggiungete quindi materiali "legnosi" come paglia, erba secca, pacciame di corteccia, tovaglioli di carta, sacchetti di carta e foglie marce. Si possono anche aggiungere 2-3 badili di compost fresco grezzo dalla camera di raccolta, poiché contiene i microrganismi importanti per il processo di compostaggio e fa ripartire il processo più rapidamente.

Fare il compostaggio con SUPERCOMP è diventato il più facile possibile se si presta attenzione ad almeno 3 punti:

Aggiungete sempre elementi legnosi agli scarti di cucina, ad esempio foglie, rami (triturati) dal giardino, segatura. I tovaglioli non devono essere smaltiti con la carta straccia, ma compostati insieme ai rifiuti alimentari. Coprite gli scarti di carne dalle mosche, a volte aggiungete un po' di calce o di terra.

Versare acqua se è rimasto asciutto per molto tempo. Potete anche "oliare" gli elementi di scorrimento con acqua per aumentare la velocità di scorrimento. Sgomberare regolarmente la camera di stoccaggio, lasciando i residui di compost per sostenere il cumulo (se si vuole fare un compostaggio più lento) e anche per assorbire il prezioso percolato che viene rilasciato durante il processo di compostaggio. Tuttavia, se il compost è troppo umido, aggiungete materiali "legnosi" come paglia, erba secca, pacciame di corteccia, tovaglioli di carta, sacchetti di carta e foglie marce.

Lo stesso vale in questo caso: Quanto migliore è il rapporto carbonio/azoto e quanto più diversificati sono i rifiuti, tanto migliore e più rapido sarà il processo di compostaggio.

Risposta semplice:

Uno SUPERCOMP soddisfa diverse condizioni allo stesso tempo, che insieme portano a un risultato di compostaggio veloce, inodore e anche nel compostaggio di materiali puri.

Come è stato stabilito in un'ampia serie di test dall' Istituto di Ricerca Joanneum, l'aerazione verticale di un SUPERCOMP consente di compostare solo erba tagliata pura senza l'aggiunta e la miscelazione di altri materiali. Lo stesso vale per l'applicazione con le foglie.

A parte piccole quantità residue di rami e ossa, non sono più riconoscibili parti di piante. Si tratta di briciole fini (pellet) e la maggior parte dei vermi del compost ha lasciato il cumulo. Dalle foglie si riconoscono solo il fusto e le singole venature delle foglie.

La piastra di base protegge il substrato dalla contaminazione e facilita la rimozione del compost finito grazie alla sua superficie liscia.

Se si posiziona la compostiera su superfici pavimentate come terrazze o cemento, la piastra di base è sicuramente consigliata. Se la compostiera si trova in giardino, è possibile utilizzare SUPERCOMPsu p.e. mattoni o altri materiali duri. Anche in questo caso non ci sono problemi. Tuttavia, assicuratevi che la compostiera sia posizionata orizzontalmente (livellate l'area prima dell'installazione).

Spesso si sostiene che la compostiera deve avere un collegamento aperto con il terreno in modo che gli organismi viventi possano raggiungere l'interno della compostiera.

Da un punto di vista tecnico, si può dire che questo non è vero. Il processo di compostaggio funziona anche per via puramente batterica, ad esempio nei grandi impianti di compostaggio dove le andane sono ammassate su un terreno pavimentato. I nostri test di laboratorio - compreso il compostaggio di "sole" arance - con l'Istituto di Ricerca Joanneum dell'Università di Tecnologia di Graz sono stati condotti anche in una sala su un pavimento di cemento.

Il compostaggio con il SUPERCOMP è possibile anche su terreni chiusi, terrazze, ecc. La piastra di base è impermeabile all'acqua e protegge quindi il substrato. La superficie liscia della piastra facilita la rimozione del compost dalla camera di raccolta.

Da un punto di vista ecologico generale:
Il collegamento con il terreno è vantaggioso, ma può essere sostituito dall'introduzione di "vita da compost", ad esempio aggiungendo 2-3 vaschette di compost grezzo o foglie marce con vermi da compost. L'ecosistema cresce anche in questo modo e gli organismi viventi migrano verso il basso attraverso le piccole fessure dello sportello di rimozione durante la notte.

Il giusto rapporto tra carbonio e azoto è importante per una decomposizione ideale e rapida. Gli scarti di cucina e gli sfalci d'erba contengono molto azoto, quindi è sempre opportuno aggiungere materiali "legnosi" come foglie, rami sminuzzati, segatura, tovaglioli o sacchetti. Al contrario, è consigliabile aggiungere materiali ricchi di azoto ai rifiuti che contengono troppo carbonio.

I rifiuti ricchi di azoto comprendono scarti di frutta e verdura, infuso di caffè e di tè, bucce di patate, erba e prato tagliato, mazzi di fiori e piante in vaso, bucce di banane e di frutta tropicale, erbacce (senza semi, altrimenti essiccate), erbe, lana, capelli e letame.

I rifiuti ad alto contenuto di carbonio comprendono tagli di alberi, arbusti e siepi, foglie, corteccia, paglia, fieno, trucioli di legno, segatura, tovaglioli, piccoli sacchi.

Più variopinta è la miscela di rifiuti, migliore sarà la qualità del prodotto finale. Aggiungete di tanto in tanto un misurino di farina di roccia, calce e terriccio. Innaffiare" se il compost è secco, aggiungere materiale "legnoso" se è troppo umido.

Spesso si sostiene che la compostiera deve avere un collegamento aperto con il terreno in modo che gli organismi viventi possano raggiungere l'interno della compostiera.

Da un punto di vista tecnico, si può dire che questo non è vero. Il processo di compostaggio funziona anche per via puramente batterica, ad esempio nei grandi impianti di compostaggio dove i cumuli sono ammassate su un terreno pavimentato. I nostri test di laboratorio - compreso il compostaggio di "sole" arance - con l'Istituto di Ricerca Joanneum dell'Università di Tecnologia di Graz sono stati condotti anche in una sala su un pavimento di cemento.

Il compostaggio con il SUPERCOMP è possibile anche su terreni chiusi, terrazze, ecc. La piastra di base è impermeabile all'acqua e protegge quindi il substrato. La superficie liscia della piastra facilita la rimozione del compost dalla camera di raccolta.

Da un punto di vista ecologico generale:
Il collegamento con il terreno è vantaggioso, ma può essere sostituito dall'introduzione di "vita da compost", ad esempio aggiungendo 2-3 vaschette di compost grezzo o foglie marce con vermi da compost. L'ecosistema cresce anche in questo modo e gli organismi viventi migrano verso il basso attraverso le piccole fessure dello sportello di rimozione durante la notte.

Quando il contenitore si riempie e non è più possibile riempirlo con nuovi rifiuti SUPERCOMP Quando il contenitore è pieno e non è più possibile riempirlo con nuovi rifiuti, è necessario rimuovere il compost finito dalla camera di stoccaggio. Se il compost non vi serve subito, potete conservarlo facilmente in giardino. Il compost non perderà alcun nutrimento.

Non è necessario triturare in anticipo gli scarti di cucina e i normali rifiuti del giardino. Il materiale "forte", come rami, radici o scarti di arbusti troppo grandi, deve essere triturato in modo che anche questi rifiuti si compostino più rapidamente.

Protezione e aspetto migliore per molti anni: ordinate contemporaneamente la PROTEZIONE UV DEL LEGNO JOTUN.

La vostra compostiera è un bellissimo pezzo di arredamento da giardino che è spesso esposto a tutti i tipi di agenti atmosferici e alla luce del sole. Per questo motivo vi consigliamo di trattare la vostra compostiera più volte, sopratutto il coperchio (3 volte esterno e interno), con una vernice protettiva per il legno contro i raggi UV.

Molti dei nostri clienti ci chiedono quale prodotto utilizzare. In base alla nostra esperienza, possiamo consigliare JOTUN Demidekk Terrasslasyr in 4 colori selezionati (prodotto di qualità superiore).

Gli oli JOTUN sono utilizzati principalmente nella cantieristica navale a causa delle condizioni climatiche estreme.

È facoltativo l'acquisto della protezione, ma altamente raccomandata. 

Si può anche utilizzare un prodotto più economico (a base di olio) che si trova nei negozi di bricolage.

Durata
Protezione contro i funghi e i raggi UV per almeno 2 anni (fino a 4 anni, a seconda delle condizioni atmosferiche) - poi ripetere il processo.

Applicare
con un pennello una volta, quindi lasciare asciugare per 1 ora e lasciare nuovamente
(1 litro è sufficiente per ogni compostiera).

Nota sulle tonalità di colore
La tonalità "Natural" (larice siberiano) corrisponde maggiormente alle immagini del nostro sito web.
Website Look Natural fibra 100% visibile
Antique Look Noce fibra 25% visibile
Classic Look Castagno fibra 50% visibile
Modern Look Stone Grey fibra 5% visibile

Per il compostaggio è necessaria una certa quantità di umidità: la condizione ottimale del compost è simile a una spugna strizzata. Tuttavia, se il compost è troppo umido, l'aerazione e quindi il processo di compostaggio saranno interrotti. Aggiungete quindi materiali "legnosi" come paglia, erba secca, pacciame di corteccia, tovaglioli di carta, sacchetti di carta e foglie marce. Si possono anche aggiungere 2-3 secchi di compost fresco grezzo dalla camera di raccolta, poiché contiene i microrganismi importanti per il processo di compostaggio e fa ripartire il processo più rapidamente.

Se il compost è troppo secco, il processo di compostaggio non parte bene o il processo di decomposizione si arresta sempre più. Gli organismi del compost amano l'umidità e il compostaggio non è possibile senza di essa. Il compost troppo secco si riconosce da una struttura fessurata e friabile o dalla presenza di formiche. La condizione ottimale del compost è quella di una spugna strizzata. Per questo motivo, dovreste anche evitare le aree di compostaggio che si trovano alla luce diretta del sole (se volete, piantate un arbusto in quell'area).

Se il compost è troppo secco, è sufficiente "annaffiarlo" e aggiungere un po' di farina di roccia. In questo modo si "oliano" gli elementi di scorrimento e si aumenta la velocità di scorrimento. Nuovi rifiuti, come erba fresca e scarti di cucina umidi, faranno ripartire il processo. Si può anche aggiungere un po' di compost dalla camera di raccolta: contiene i microrganismi importanti per il processo di compostaggio e lo fa ripartire più rapidamente.

(Fonte: biorama.eu)

1. MATERIALI
Vetro, metallo e plastica non si possono introdurre alla compostiera.

2. ceneri
Le ceneri di carbone sono adatte al compost solo in misura limitata. Le ceneri contengono metalli pesanti in forma concentrata e le grandi quantità di potassa aumentano il contenuto di sali del compost e portano a un eccesso di apporto al terreno nel corso degli anni.

3. sostanze cariche di pesticidi
Anche se la maggior parte dei pesticidi viene degradata nel processo di compostaggio, questi prodotti di partenza non possono essere raccomandati. Si sa troppo poco sulla combinazione di sostanze attive e sulla pericolosità dei prodotti di degradazione. Ad esempio, il chlopyralid (questo principio attivo è autorizzato come diserbante in agricoltura, nei vivai e nei giardini domestici) non viene scomposto né nell'apparato digerente di una mucca né nel successivo compostaggio dello sterco di mucca ed è addirittura dannoso per le piante nel compost.

4. Sacchetti dell'aspirapolvere, sporcizia stradale
Il contenuto dei sacchetti dell'aspirapolvere e la sporcizia della strada o del parcheggio contengono abrasioni da pneumatici, inquinanti dell'aria, ecc. 

5. PELLE E LEGNO TRATTATI
La pelle e il legno sono spesso impregnati di sostanze chimiche per preservare la pelle o proteggere il legno. Questi prodotti uccidono anche la vita del suolo nel compost e sono molto difficili da abbattere perché sono stati progettati per resistere alle forze della natura.

6. Escrementi di cani, gatti e uccelli
Gli escrementi di questi onnivori sono solitamente contaminati da germi e parassiti, che diventano un problema se il compost non è sufficientemente igienizzato.

7. erbacce radicali
Il cardo di campo, la gramigna o il convolvolo sono molto resistenti e spesso basta un pezzo di radice lungo due o tre centimetri perché si moltiplichino magnificamente nella compostiera. Le radici che sono state faticosamente rimosse dalle aiuole dovrebbero quindi essere lasciate asciugare al sole per una decina di giorni, tagliate di nuovo per verificare se le radici sono ancora vive e solo allora messe nella compostiera!

8. SEMI DI ERBA
I semi di erbacce possono essere distrutti nel processo di compostaggio solo dalle alte temperature del processo di decomposizione a caldo. Tuttavia, se le erbacce vengono estirpate prima della fioritura, non ci sono sicuramente semi e le giovani piante sono molto più facili da rimuovere dal letto.

9. Carne, salsicce, ossa
possono essere compostate solo se la putrefazione avviene a caldo con l'aggiunta di rifiuti freschi. Non compostate mai pezzi grandi o animali interi! Evitare di farlo in aree con problemi di roditori. Gli scarti di carne devono essere coperti per proteggerli dalle mosche.

Posizionate il vostro SUPERCOMP in un luogo ampiamente protetto dalle condizioni atmosferiche avverse (luoghi con molto vento e sotto il sole cocente). Poiché il SUPERCOMP è in gran parte privo di odori sgradevoli, può essere installato anche sul confine del vicino o vicino alla cucina.

A parte piccole quantità residue di rami e ossa, non sono più riconoscibili parti di piante. Si tratta di briciole fini (pellet) e la maggior parte dei vermi del compost ha lasciato il cumulo. Dalle foglie si riconoscono solo il fusto e le singole venature delle foglie. 

I regolatori di compost fanno parte del dispositivo di sostegno del cumulo; il cumulo non poggia più con tutto il suo peso sul terreno e quindi è anche completamente aerato nel nucleo del cumulo. Maggiori informazioni sulla tecnologia e sul funzionamento del SUPERCOMP sono disponibili qui.

Al momento dell'installazione, impostare regolatori nella seguente posizione: (Fig.)

 

Il materiale gettato cade prima a terra. Dopo una fase di rodaggio di circa 6 settimane, i rifiuti organici si sono compostati a tal punto da formare una massa coesa che viene sostenuta dal dispositivo. I regolatori del compost sono fissati dopo la fase di rodaggio e non possono essere estratti, ad esempio, dai bambini che giocano. Non è necessario modificare la posizione del regolatore in un secondo momento. Ulteriori informazioni sulla messa in funzione del SUPERCOMP sono disponibili qui.